lucemia felina

La leucemia felina (FeLV): l’importanza della vaccinazione

Il virus della leucemia felina (o FeLV) è considerato una delle principali cause di morte del gatto domestico: può essere direttamente responsabile di forme tumorali ma ancor più frequentemente è causa di immunosoppressione, che rende l’animale particolarmente soggetto a infezioni virali e batteriche di tipo cronico che colpiscono  le vie respiratorie, l’intestino, il cavo orale, ecc.

Come si trasmette la Leucemia felina?

La trasmissione avviene tramite il contatto diretto con un gatto infetto, soprattutto tramite la saliva ed i liquidi organici. I gattini possono infettarsi anche molto precocemente, direttamente dalla madre. Il virus, invece, resiste poco nell’ambiente esterno.

Quali sono i gatti maggiormente a rischio?

II rischio è più elevato quando più gatti convivono in uno stesso ambiente e per tutti quei gatti che vivono o escono all’aperto anche occasionalmente e possono perciò venire a contatto con altri gatti, magari randagi o comunque non sempre adeguatamente vaccinati.

Spesso la malattia si manifesta molto tempo dopo la sua trasmissione: un gatto può quindi essere infetto senza che vi siano sintomi specifici che ce lo indichino. Per sapere quindi se un gatto è infetto sono necessari specifici esami volti a identificare la presenza del virus.

Perché vaccinare contro la Leucemia felina?

Non esiste una terapia specifica contro la leucemia felina e spesso l’esito è mortale. La vaccinazione è quindi l’arma principale per proteggere efficacemente il gatto. In particolare, la vaccinazione è particolarmente importante per i gatti che vivono all’aperto ed hanno contatti frequenti con altri gatti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *